publication-banner-image

AED 30.00

ISBN: 978-9948-846-02-4

Add To Cart Buy Now
18 Mag 2020

L’Apparato Speciale dell’Associazione dei Fratelli Musulmani: Nascita, Obiettivi e Sviluppo

TRENDS

Available in other languages:

Riepilogo esecutivo
– L’emergere dell’apparato speciale dei Fratelli musulmani si basa su molti flussi intellettuali, espressi dai molti messaggi del fondatore dell’Associazione, Hassan alBanna, che massimizza il ruolo del potere nel raggiungimento degli obiettivi dell’Associazione a tutti i livelli.

– L’istituzione dell’apparato speciale rifletteva un contesto interno e dei sviluppi regionali e internazionali, ma ciò non nega il fatto che esso sia uno strumento per l’Associazione di attuare il suo progetto politico per acquisire potere.

– Le idee di Hassan Al-Banna e Sayyid Qutb rappresentano ancora le giustificazioni per i gruppi violenti contemporanei con le loro varie organizzazioni, da Al-Qaeda allo “Stato islamico / ISIS”.

– L’Apparato Speciale, sebbene adottasse il principio della jihad, attingeva alle idee e alle tecnologie di altri movimenti non islamici. Può essere inteso come un parallelo ai gruppi militari fascisti e nazisti che caratterizzarono alcune delle ideologie politiche occidentali dell’epoca.

– Ottenere il potere e l’istituzione dello “Stato califfato islamico” sono i pilastri principali delle idee dei Fratelli Musulmani, in quanto è l’unica garanzia per l’attuazione della “Governance Divina basata sulla legge islamica”, e ciò avrà successo senza l’uso e la preparazione della forza necessaria.

– L’apparato speciale è una specie di organizzazione reticolata specifica attraverso un modello continuo di relazioni, dirette e indirette, correlato tra i partecipanti alle sue attività segrete, quindi ogni piccolo gruppo di persone nella cellula conosce solo i suoi membri.

– I Fratelli Musulmani hanno deliberatamente reso segreto l’apparato speciale, come strumento per fuorviare il pubblico e per garantire che i leader controllino il corso del lavoro e dirigano le politiche, quindi trattenendo le informazioni importanti libera l’Associazione dal presentare spiegazioni o giustificazioni, e rimuove sospetti, condanne e malcontento su di essa.

– Le azioni dell’apparato speciale ha coesitito con alti e bassi e adattamenti, a seconda delle fasi temporali, delle pressioni e delle sfide che l’Associazione ha dovuto affrontare in un determinato momento. Nelle fasi che testimoniano un grado di relativa cooperazione tra l’Associazione e i governi egiziani, il ruolo dell’apparato speciale diminuisce e viceversa nelle fasi in cui il rapporto dell’Associazione con il governo è teso, l’attività dell’apparato speciale aumenta e l’Associazione ricorre al lavoro segreto. Questo è stato chiaramente incarnato in “Organizzazione 65”, che era una traduzione delle idee di Sayyid Qutb, e come risultato della ricerca della sicurezza del gruppo
durante gli anni ’60 del secolo scorso.